E-mail: adriana.ostuni.7@gmail.com · Seguimi sui social:
Seguimi: E-mail

Versi in Libertà


Poesia è per me quell’attimo magico in cui il mondo esteriore incontra quello interiore, generando emozioni, stati d’animo, sentimenti, intuizioni: una fusione perfetta.

Sinfonia

Nell’irrequietezza del vento
che lacera i confini
nell’infuriare dei colori
che invadono lo spazio
nel ribollire dei profumi
che ricolmano l’olfatto
la primavera opera la sua magia
celebrando con una sinfonia di suoni
l’esplosione di bellezza
della vita che rinasce.


Come i gabbiani

Non decollo se tu non sei con me.
Non riesco ad avviarmi
nell’alba del giorno
senza la certezza
di avvertire la tua voce
l’essenza di un profumo
di un gesto o di un segnale
che mi dica che ci sei.
Non te ne andare amore.
Sei tu il mio centro
il mio punto di partenza e di ristoro.
Voliamo ancora insieme
come i gabbiani
che si rincorrono nel cielo.


Beauty

E’ un po’ dovunque
la bellezza.
Fin troppo bella
per due occhi soli.
E mi ritrovo tra colline
di cespugli rosso arancio
pregni di profumi
di refoli e di sole
svettanti verso il blu cobalto.
Rapita. Rinfrancata
dalla grazia luminosa
che mi appare.


Memories

Non c’è nulla
che possa prendere il posto
di un istante
serbato
nell’ovatta di un’emozione.
Effimero
un cenno lo smuove:
un granello, una nota,
una foto sbiadita.
Un barlume,
un colore.
Una nuvola, un’ombra.
un odore, un fiore.
Una frase in un libro,
un vassoio intarsiato.
Una foglia di menta.
Una tazza da tè con il bordo dorato…


Come l’onda

Con la costanza
dell’onda
che non smette
di sfidare la scogliera
col cuore incurante
delle insidie della risacca
annaspando tra i flutti
con le energie rimaste
contrastando i timori
delle correnti di deriva
risalire la china
per rituffarsi
nel gorgo della vita
con la certezza
di rinascere più forti.


L’attimo

L’attimo.
Soltanto
l’attimo diafano.
Fuggente
veggente
Voltato al passato.
Inanellato.
Disposto al futuro.
Bifronte
impalpabile.
Eppure presente
che rende
l’istante denso.
Profuso di senso.


Notte di plenilunio

Nel buio
lambito dal silenzio
si appoggia
a una ringhiera
il chiarore pallido
della luna.
Ammantato di sogni.
Resiliente è
l’attimo dedicato
all’incanto.


Spazio bianco

Affondare lo sguardo
in uno spazio bianco.
Immergersi nel nitore delle cose
disposte con cura.
Impregnarsi di silenzio,
della semplicità di lembi di mondo
apparentemente inerti,
appartati.
Invece pregni di vita,
saturi di linfa balsamica
che, vibrando nella quiete,
detergono la mente e il cuore.



Passaggi

l suggestivo dipinto dell’amica artista Angela Greco, un olio su tela dal titolo, “Gelo”, mi ha riportato alla mente un breve componimento contenuto nella mia prima raccolta di poesie, “Passaggi”

Il tempo divelle
scampoli
d’autunno
diluendo i colori
diradando gli odori
alleandosi a soffi
di vento
che spogliano i rami
nell’aria orfana di suoni.
Soltanto una foglia
lambello
infeltrito dal gelo
resiste
sul tronco nudo.
Avvolta
nel manto di brina
la flora sopisce.
In attesa