E-mail: adriana.ostuni.7@gmail.com · Seguimi sui social:
Seguimi: E-mail

Versi in Libertà


Poesia è per me quell’attimo magico in cui il mondo esteriore incontra quello interiore, generando emozioni, stati d’animo, sentimenti, intuizioni: una fusione perfetta.



A sé

Non sempre
la solitudine
è senza via di scampo.
Bordeggia nel silenzio
come un vascello
in placide acque.
E rasenta le anse dell’anima
ovattando gli attimi
di tacita serenità
e sconcertato stupore.


Foglie

Sciamano
ai fremiti
del vento.
Spargono
aromi
fragranti
di muschio.
Spazzano
memorie
di mare
acceso.
Sussurrano
melodie
di mesta
armonia.


Autunno

Concerto di suoni
di suggestioni.
Sfoggio sfiorito di foglie
di intrecci di terra
di rami spogli.
Impasto di nebbie
di piogge sottili
di luci calanti
di fremiti
d’aria frizzante.
Danza di nostalgie velate
di attese ambrate.
Arazzo ramato
intessuto
di sogni da seminare.


Come il vento

Il vento non teme l’insondato.
Sa che c’è il momento di lasciarsi andare
per assaporare l’essenza delle cose.
Sa di dover perdere il controllo
per saggiare il tambureggiare delle fronde
scosse bruscamente dal suo impeto.
Sa di doversi slanciare
per gustare il fragore delle onde
o per assimilare il vigore del profumo dei fiori.
Sa di dover incalzare per poter avanzare.
E comprende che può farsi male.
Ma sa modularsi per riprendere a spirare
come brezza leggera
per accarezzare la dolcezza di un tramonto
o per sfiorare sul mare i barlumi di un’aurora
che accompagna il volo lieve di un gabbiano.
Per trovare la pienezza della quiete
occorre abbandonarsi all’euforia del vento.
Da “Passaggi”, Wip Edizioni


Nuage

In un istante
è apparsa
davanti al sole
una nuvola nembo
grande quanto il cielo.
Grondante.
Accesa
di ombra e luce.
Vagolante
sulla sequenza dei miei passi.


Autunno

In controluce
si spegne l’estate.
Fermenti, colori,
languori e umori nuovi
intingono l’aria
di effluvi d’autunno.


Explicit

Explicit

Foglie
di fine estate:
spire
di vento
accartocciano
il tempo
delle consunzioni.